FARE E VEDERE:
TRA BUONA CUCINA E PAESAGGI MOZZAFIATO

Le Alpi Friulane sono ben lontane dalle mete del turismo di massa: per questo motivo, qui, si può ancora assaporare la genuinità di un territorio montano scarsamente contaminato.
Pace, relax e, al contempo, una miriade di attività da svolgere.

I dintorni

Sauris è il comune più alto della regione Friuli, a ben 1250 metri sopra il livello del mare. Isolato sin dai tempi più antichi, ha conservato caratteristiche, tradizioni ed architettura del tutto peculiari. Immancabile una degustazione del prosciutto del prosciuttificio Wolf e della birra artigianale Zahre.

Forni di Sopra, paesino immerso nelle dolomiti friulane, è uno dei comprensori sciistici più importanti della regione. È meta ideale per gli appassionati di sci, in inverno, e di trekking, in estate. Per tutti i bisognosi di avventura, a Forni di Sopra l’Adventure Park offre circuiti di gioco e arrampicata di diversa difficoltà, adatti dai bambini di 4 anni, fino agli adulti.

Ravascletto sorge ai piedi del Monte Zoncolan, meta, oramai indiscussa del Giro d’Italia, con la salita più dura d’Europa dal versante di Ovaro. D’inverno, Ravascletto si trasforma nel polo sciistico più importante del Friuli.

Sutrio è il paese del legno: qui, si trovano botteghe artigiane che producono arredi da secoli. Visitabile tutto l’anno, il presepio di Teno è interamente costruito in legno. Interessanti anche le feste organizzate dalla pro loco della cittadina come, tra le molte, “Magia del Legno”, la prima domenica di settembre, e “Borghi e presepi”, durante le festività natalizie.

Pesariis, il paese degli orologi, è conosciuto per la tradizionale costruzione di orologi. Proprio a Pesariis fu fondata la ditta dei Fratelli Solari, conosciuta oggi a livello mondiale. Visitabile il museo interno all’antica fabbrica e quello all’aperto, lungo le vie del paese, dove è possibile ammirare gli splendidi orologi artigianali con movimentazione meccanica o ad acqua.

Tarvisio si trova nell’area più a est delle nostre alpi. Zona di confine con Austria e Slovenia, è un importante polo sciistico nelle stagioni invernali. D’estate, è meta d’élite per gli appassionati di trekking. Consigliato il tour sui tre confini, passando per Sella Nevea e il lago del Predil, proseguendo per la Slovenia e attraversando Kranjsca Gora, per procedere poi in Austria e rientrare attraverso la piccola cittadina di Villach.

…E poi…

…le principali città d’arte delle regione, raggiungibili con una piccola gita fuori porta: Udine, Pordenone, Cividale o Trieste, la piccola Vienna sul mare.

CAMMINARE FA BENE…SPECIE TRA LE MONTAGNE FRIULANE.

Sicuramente il Friuli è la località adatta agli amanti delle lunghe passeggiate in montagna.
Itinerari per tutte le tipologie di camminatori e per chi adora la natura, ancora selvaggia e incontaminata.

Le Dolomiti friulane, il Lago Volaia, le trincee risalenti all’epoca della grande guerra, il Lago Bordaglia…sono solo alcuni dei nomi utili a comprendere la vastità dei sentieri tra cui è possibile scegliere se si vuole praticare trekking in Carnia.

Per saperne di più, visitate il sito www.sentierinatura.it: qui, tutti i sentieri percorribili sono identificati per difficoltà, tracciati con GPS e illustrati con fotogallery.

AMANTI DELL’AVVENTURA?

Riposo, buon cibo ma anche qualche punta di adrenalina.
Una natura così, offre la possibilità di praticare attività insolite all’insegna dell’avventura come:
escursioni in canoa o in kayak;
speleo trekking in cavità naturali nascoste tra le montagne friulane;
trekking a cavallo o con i cani.
Per chi ama l’altezza, invece:
– il volo in deltaplano biposto con Suan Selenati, campione mondiale di volo in squadra;
– il parapendio biposto, con Nicole Fedele, campionessa europea;
volo in aliante e in mongolfiera.

Per i costi e tutte le informazioni visitate il sito www.visitait.it